Skip to content

strapon per essere creativi in camera da letto

Lo strap-on è essenzialmente un dildo (oggetto sessuale a forma di pene) con imbracatura, e il suo utilizzo ormai è sempre più diffuso, sia da coppie lesbiche, che da coppie eterosessuali che vogliono… dare più pepe al rapporto in camera da letto! In verità che si parli di semplice dildo o di vero e proprio strap-on, da sempre si gioca con questi attrezzi erotici, ma solo negli ultimi anni il cosiddetto pegging, ovvero la penetrazione maschile da parte della donna, è diventata una pratica diffusa.

Come utilizzarlo

Sesso lesbo e non solo

Viene naturale immaginare che lo strap-on sia comunemente utilizzato in una coppia lesbica, ma, pegging a parte di cui parleremo tra poco, sono diversi gli esempi di utilizzo di questo sex-toy ampiamente diffusi. Può essere usato per una doppia penetrazione (sovente in un film porno) da parte di un maschio, come a sua volta in casi di impotenza (o di fallo piccolo) può aiutare a superare gravi problemi personali nel rapporto di coppia: si può dire che non ci sono limiti alla fantasia quando si parla di questo sex toy.

Pegging!

Ormai questa pratica è diventata molto diffusa in camera da letto negli ultimi anni, e superato l’iniziale imbarazzo per l’uomo di essere penetrato analmente, trarre piacere dall’utilizzo dello strap-on non è fonte di disturbo per una coppia, anzi può essere uno scambio di ruolo che aiuta ad essere a vicenda soggetto attivo e soggetto passivo. Quando si sceglie il pegging senza forzature sull’altro partner, può essere un piacevole tocco di novità per ravvivare l’intesa sessuale e dare quella trasgressione che aiuta a mantenere longevo un matrimonio.

L’utilizzo dello strap-on si perde nella storia, ma con poche vere notizie accertate sul suo uso per motivi di pudore, di taboo insomma. E’ accertato l’uso di doppi dildo in Zanzibar a fine 800′, e nell’antica Grecia è documentato l’utilizzo di dildo di non specificato tipo: il materiale utilizzato era cuoio imbottito, con olio d’oliva usato per la penetrazione anale. Un quadro di inizio XIX secolo in Cina ritrae una donna con un strap-on rudimentale intorno a una scarpa, mentre il Kamasutra nomina diverse volte i dildo, e spesso con veri e propri lacci per tenerli intorno alla vita. Come si capisce, una storia sotterranea ma non meno ricca di sfumature, arrivando al primo 900′: dove l’arte erotica tramite pittori come Édouard Henry Avril viene finalmente ammessa e fa scoprire i giocattoli sessuali fino a quel momento più taboo.

Lo strap-on viene sdoganato

Nel 1998 la sessuologa Carol Queen fu la presentatrice (e anche con la sua amante dimostratrice) del video-documentario in due parti Bend Over Boyfriend, che in uno stile serioso e per nulla volgare dimostrava le potenzialità dello strap-on e diffondeva ad un ampio pubblico la pratica del pegging, ovvero della penetrazione anale maschile. Inizialmente questa pratica venne chiamata Bob, che indica in inglese un movimento avanti e indietro, ma il termine non ebbe successo. Fu allora indetta nel web una gara per coniare un neologismo più funzionale, e pegging, che in inglese in economia indica l’agganciamento di una moneta al valore di un’altra, diventò da allora, insieme a strap-on, sinonimo di un nuovo modo di intendere la sessualità: la penetrazione dell’uomo da parte della donna.

perché utilizzare uno strap-on

Il piacere per lei

Giustamente viene istintiva la domanda: lui prova piacere, ma lei? E’ da ricordare prima di tutto che in genere lo strap-on ha un uovo interno vibrante, che al contatto con la vagina provoca piacere e aiuta la donna a godere. Ricordiamoci anche che, avendo più terminazioni nervose la vagina del pene, la donna arriva più velocemente all’orgasmo dell’uomo: probabilmente quindi la pratica del pegging sarà più piacevole per lei che per lui! Ma in verità il vero piacere femminile è psicologico: finalmente sarà lei a comandare a letto, potrà sviluppare un interessante gioco delle parti, e da questa curiosa interazione il rapporto sarà sicuramente rafforzato. Naturalmente ci deve essere un certo feeling per praticare giochi erotici con sex-toys tra due persone, e lo strap-on darà sicuramente un certo imbarazzo iniziale. Ma se c’è una buona intesa di partenza, il risultato sarà certamente stuzzicante!

Scegliere il modello giusto

I modelli sul mercato sono diversi, ma bisogna sicuramente andare sulla comodità per chi lo indossa. Per utilizzare al meglio uno strap-on ci vuole una certa attitudine mentale, e sarà consigliabile per lei di incominciare a indossarlo senza il partner intorno inizialmente, e magari anche di giocarci un pò senza imbarazzo: sicuramente all’inizio i risultati non saranno granchè, ma piano piano il divertimento sarà sempre maggiore.

Consigli per l’acquisto

Le misure sono ovviamente diverse a seconda dell’utilizzo: il dildo non dovrà essere particolarmente lungo nel caso di pegging, e raggiungerà invece i 15-20 cm nel caso di utilizzo da parte di coppie lesbiche, dovendo ovviamente procurare piacere come obiettivo principale, mentre almeno all’inizio tra un uomo e una donna sarà un gioco erotico dove il piacere puro è un obiettivo secondario. Il materiale del dildo in genere è silicone o gomma pvc con un colore che può soddisfare le fantasie personali, dal nero al rosa: anche trasparente volendo, e con uno spessore che naturalmente può rivelare le voglie di predominio di uno dei due partner sull’altro.

Published insexy shop

Be First to Comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *